Home
Adesione Campagna ONU Città Resilienti PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 28 Gennaio 2015 10:20

Il Comune di San Costantino Albanese ha aderito alla campagna ONU “Rendere le Città Resilienti” che ha visto come Ente coordinatore della rete locale per la Resilienza la Provincia di Potenza. Rendere una città resiliente vuol dire renderla sicura e sostenibile con la prospettiva di creare le condizioni per diffondere la cultura della consapevolezza rispetto alla dimensione del “rischio” e aumentare, con azioni concrete e partecipate, il livello di sicurezza del territorio. Su questo importante tema, a conclusione di  un percorso avviato dalla Provincia e condiviso dai Comuni, si è svolto a potenza nei giorni 24, 25 e 26 gennaio il convegno “Verso una Resilienza Integrale delle Comunità ai Rischi di Disastri e ai Cambiamenti Climatici: Progressi e Prospettive Future dall’Esperienza nella Provincia di Potenza”, al quale hanno partecipato, fra gli altri, Margareta Wahlstrom, Speciale Rappresentante del Segretario Generale delle Nazioni Unite per la Strategia Internazionale di Riduzione del Rischio di Disastri (UN-ISDR),  Franco Gabrielli, Capo del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, il Presidente della Provincia di Potenza Nicola Valluzzi e il Presidente della Regione Marcello Pittella.

Aderire al progetto e di conseguenza ai 10 punti per garantire la sicurezza di una città vuol dire impegnarsi ad attuare buone pratiche in tal senso.

In sintesi, per garantire la resilienza nelle città necessita attuare le seguenti azioni.

  1. Organizzare e coordinare le attività per far comprendere e ridurre i rischi da disastri, basate sulla partecipazione di gruppi di cittadini e della società civile.
  2. Assegnare un budget per la riduzione del rischio di catastrofi.
  3. Mantenere attivo un data-base su rischi e vulnerabilità, rinforzare i sistemi di valutazione del rischio e utilizzarli come base per i piani di sviluppo urbano e per le decisioni.
  4. Investire nelle infrastrutture critiche per ridurre il rischio.
  5. Mettere in sicurezza i tutte le scuole e le strutture sanitarie.
  6. Applicare e modificare i regolamenti edilizi per evitare costruzioni abusive o in aree a rischio.
  7. Realizzare programmi di istruzione e formazione in materia di riduzione del rischio da calamità ad ogni livello.
  8. Proteggere gli ecosistemi e le zone naturali per mitigare i rischi di inondazione.
  9. Installare sistemi di allarme rapido e di gestione delle emergenze.
  10. Garantire assistenza a chi subisce disastri naturali.

Negli ultimi anni abbiamo assistito a numerose tragedie causate da dissesti ed allagamenti, conseguenza diretta dei cambiamenti climatici, e ad ogni evento calamitoso si sono susseguiti proclami sulle azioni da intraprendere per ridurre i rischi. Evitare le tragedie a volte è difficile ma se si iniziano ad intraprendere buone pratiche per la corretta gestione del territorio certamente si avrà una riduzione dei danni. E’ importante, pertanto, che le istituzioni lavorino insieme cercando di mettere in pratica i dieci punti per garantire la resilienza e di guardare con più attenzione ai territori e alla sicurezza dei suoi abitanti.

Il Sindaco. Rosamaria Busicchio.

Ultimo aggiornamento Giovedì 05 Febbraio 2015 10:42
 
Disponibile la nuova linea internet veloce a San Costantino Albanese. PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 19 Gennaio 2015 12:03

Sono terminati a fine dicembre i lavori di posa della fibra ottica nel nostro comune finanziati dalla Regione Basilicata per l'accesso ai servizi informatici a banda larga da rete fissa. Finalmente si può accedere alla rete internet con velocità fino a 20Mbit. Tutti coloro che sono interessati a fruire del servizio potranno attivarlo contattando gli operatori del settore delle telecomunicazioni. Un buon risultato che ci permetterà finalmente di usufruire dei servizi di rete ad alta velocità con tutti i vantaggi che possono offrire le nuove tecnologie.

Il Sindaco. Rosamaria Busicchio.

 
La scomparsa di Sandro Berardone PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 08 Gennaio 2015 21:13

Il mondo politico, le istituzioni, le comunità tutte piangono in queste ore la prematura scomparsa di Sandro Berardone, un uomo che si è contraddistinto per la sua onestà intellettuale, per i suoi principi di coerenza e correttezza istituzionale, per il suo encomiabile impegno amministrativo profuso negli anni della sua vita proprio nell’interesse e per il bene  della collettività. Sofferenza e tristezza per la perdita di una persona dalle notorie capacità politiche, con lui scompare un pezzo di quella politica sana e costruttiva per il futuro del nostro territorio. I funerali saranno celebrati sabato 10 gennaio alle ore 10,00, nella chiesa madre di San Costantino Albanese. E’ prevista per i Sindaci la partecipazione in forma ufficiale.

Il Sindaco Rosamaria Busicchio.

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Gennaio 2015 21:16
 
Personale del Maestro Enzo Schillizzi PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 29 Dicembre 2014 10:26

E’ stata allestita nei locali della Casa Parco una mostra di quadri del nostro compianto pittore Enzo Schillizzi.  L’esposizione  è finalizzata a far conoscere ai visitatori la  straordinaria arte del pittore locale. L’artista, nato a S. Costantino Albanese (Potenza) nel 1955, ha trascorso quasi tutta la sua vita in questo piccolo paese arbëresh in Basilicata. Nella sua ricerca espressiva, Enzo Schillizzi ha saputo rappresentare in maniera autentica  il luogo dove si è trovato a vivere. Gran parte della sua produzione artistica prende spunto dalla cultura e dalla storia locale, in particolare da elementi e simboli della tradizione e del folklore arbëresh. Nelle sue opere infatti sono numerosi i riferimenti al mondo arbëresh, a S. Costantino e ai suoi riti, con una predilezione particolare per Nusazit, i pupazzi pirotecnici della festa patronale. Vanno poi menzionate situazioni e figure della Basilicata, come i briganti del periodo postunitario, fortemente legati all’immaginario locale, oppure le scene quotidiane del mondo rurale. Tra i soggetti che l’artista amava dipingere vanno menzionate anche le riletture di importanti opere di pittori del passato, da Velasquez a Picasso. Sull’attività artistica di Enzo Schillizzi, dopo la sua prematura scomparsa, avvenuta nel luglio 2009, è stata promossa una ricerca, su iniziativa del Comune di S. Costantino Albanese, finalizzata alla documentazione dell’insieme della sua attività creativa; essa ha portato anche alla realizzazione di un primo catalogo della sua produzione, pubblicato dalle Edizioni Squilibri. Questa ricerca, realizzata da Nicola Scaldaferri e Lorenzo Ferrarini, rientra nel quadro di una più ampia collaborazione del Leav con il comune di San Costantino Albanese, tra i più attivi e significativi dei paesi arbëresh dell’Italia meridionale, finalizzata alla documentazione e valorizzazione di diversi aspetti del patrimonio culturale locale; essa si colloca inoltre nell’esplorazione dei confini tra creazione artistica e ricerca etnografica che costituisce uno dei filoni di indagine del Leav. La ricerca è stata possibile grazie all’aiuto dei familiari e degli amici del pittore, che hanno consentito di individuare e rintracciare molti quadri, e alla disponibilità dei proprietari delle opere a farle fotografare. L’indagine ha portato a un primo censimento, se pur parziale, della sua produzione; pur essendo dispersa in vari luoghi, un nucleo significativo si trova oggi a S. Costantino, in case private e in luoghi e locali pubblici.

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Gennaio 2015 21:15
 
CONVEGNO MEMORIA E RICERCA STORICA PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 17 Dicembre 2014 21:33

A SAN COSTANTINO IL CONVEGNO “MEMORIA E RICERCA STORICA: PERCORSI NELLA BASILICATA MERIDIONALE E NELLA CULTURA ARBËRESHE” E PRESENTAZIONE DELLA RIVISTA BASILISKOS.

Si terrà a San Costantino Albanese il 23 dicembre 2014 alle ore 17,00 presso la Casa Parco, il Convegno “Memoria e ricerca storica: percorsi nella Basilicata meridionale e nella cultura arbëreshe”.

Dopo i saluti del Sindaco Rosamaria Busicchio e l’introduzione del Presidente dell’Arci Regionale Ottorino Arbia, sono previsti gli interventi del Prof. Antonio Boccia sul tema “L’archivistica e la storia locale: il Risorgimento a San Costantino Albanese”, del prof. Carmine Cassino sul tema “Recupero e conservazione della memoria storica nell'area sud della Basilicata: l'esempio della rivista Basiliskos" e della dr.ssa Maddalena Scutari sui “Cenni Storici sulla fondazione di San Costantino Albanese e aspetti linguistici della sua parlata”. Moderatore del convegno è il giornalista Gennaro Cosentino.

In occasione del Convegno sarà presentata “Basiliskos”, la nuova rivista annuale di studi storico-umanistici messa in cantiere dall’Issbam (Istituto di Studi Storici per la Basilicata Meridionale), riguardante prevalentemente tematiche e personalità della Lucania meridionale. L’Obiettivo che si intende perseguire è quello di promuovere la ricerca delle fonti storiche e la pubblicazione di documenti di particolare interesse, la ricostruzione biografica di personaggi di pubblico rilievo, anche al fine di pervenire alla costituzione di una banca dati e di un centro di documentazione.

 

 


Pagina 8 di 24
Comune di San Costantino Albanese - Provincia di Potenza - C.F 82000990760 - P.le Europa 11 - Cap : 85030 - Tel 0973.91126- Fax 0973.92526