Home Le feste
Le feste PDF Stampa E-mail

LA FESTA DELLA MADONNA DELLA STELLA

La statua della Madonna della Stella è ospitata nell’omonimo Santuario. Tre settimane prima della celebrazione della Festa, la statua viene traslata nella Chiesa Madre per poi essere riportata al Santuario la seconda domenica di maggio.

Il cuore delle celebrazioni in occasione della festa Madonna della Stella è rappresentato dall’accensione di caratteristici pupazzi denominati  nusazit che sono messi su un palco nella Piazza principale del paese, posta di fronte alla Chiesa Madre, e accesi al momento in cui la Madonna è portata fuori dalla chiesa, alla fine della messa e prima dell’inizio della processione diretta al Santuario.

I pupazzi  antropomorfi di cartapesta  sono costruiti con opportune intelaiature (armaxhi) di legno, e sono poi vestiti con i costumi raffiguranti elementi del folclore locale. Tali pupazzi sono riempiti opportunamente con polvere pirica e razzi al fine di generare un moto (in alcuni rotatorio intorno al proprio asse in altri di altro tipo) che si conclude per ognuno di essi con la detonazione finale.

Si tratta di pupazzi a grandezza naturale che raffigurano i seguenti personaggi: una donna (nusja), un pastore (Kapjel picut), due fabbri (furxharet) e il diavolo (djallthi).

La donna  è vestita con il costume di gala albanese; l’uomo, vestito con il tradizionale costume con il cappello a punta, porta due forme di ricotta; il Diavolo, solitamente raffigurato secondo l’iconografia locale, cioè con due facce, quattro corna, i piedi a zoccolo di cavallo (këmb rrutullore),  porta in mano una forca (furrçilja) e la catena del paiolo (kamastra);

I primi ad essere  “accesi” sono due pupazzi raffiguranti i fabbri  (furxharet) intenti a lavorare su di un incudine, successivamente vengono innescate le micce dei restanti “personaggi” nell’ordine: il pastore (kapjel picuti) la donna (nusja) ed infine il pupazzo raffigurante il diavolo (djallthi).

Oltre ai Nusazit, in occasione della festa, viene preparato un altro pupazzo in cartapesta ed imbottito di polvere pirica, raffigurante un cavallo col Cavaliere (kali) pieno anch’esso di petardi, che viene acceso la sera della vigilia della festa in piazza.

Il cavallo con il cavaliere ha un telaio rettangolare ed è trasportato con passo saltellante da un uomo posto al suo interno.  I petardi, collocati attorno al telaio rettangolare, sono posti in modo da non arrecare alcun danno al volontario che trasporta il cavallo.

Festa in onore di San Costantino il Grande, Patrono del paese 21 maggio

Festa in onore di Sant’Antonio da Padova 13 giugno

Festa in onore della madonna delle Grazie prima domenica di luglio. Alle ore 17,00 si tengono i tradizionali giochi di piazza che attirano persone di ogni età.

Festa in onore della Madonna della Conserva terza domenica di agosto in località Acquafredda

Festa in onore di Santa Lucia 13 dicembre

LE SAGRE

Festa della transumanza a giugno

Sagra della castagna primo fine settimana di Novembre

Durante il mese di agosto l’Amministrazione Comunale, in collaborazione con gli operatori turistici e le Associazioni, organizza un calendario ricco di eventi musicali, culturali, sportivi e gastronomici.

IL PAESE DELL’ORIENTEERING

L'Orienteering è uno sport sviluppatosi nel paesi del nord Europa e praticato in tutto il mondo. È chiamato lo "sport dei boschi" perché il suo campo di "gara" è l'ambiente naturale, ma può essere praticato, anche, nel centri storici. L'Orienteering è inteso come un'ottima attività fisica da praticare di corsa o come una rilassante passeggiata immersa nella natura. Nella gara di orientamento, chi partecipa, utilizza una particolare bussola ed una carta topografica appositamente realizzata. A San Costantino Albanese, nel 1996 è stata realizzata la prima carta a colori su terreno boscato nel sud-Italia. In questi anni sono state organizzate molteplici manifestazioni, di corsa e a cavallo, tra le quali le fasi regionali dei giochi della gioventù, i campionati studenteschi, le gare del campionato regionale e interregionale. I tantissimi ragazzi delle scuole di ogni grado, in visita nel Parco Nazionale del Pollino, hanno potuto provare, divertendosi, l'uso della bussola e della cartina.

 
Comune di San Costantino Albanese - Provincia di Potenza - C.F 82000990760 - P.le Europa 11 - Cap : 85030 - Tel 0973.91126- Fax 0973.92526